Home / Tecnologia / Zoom crolla in borsa: gli uffici virtuali potrebbero essere stati soltanto una bolla
Zoom crollo

Zoom crolla in borsa: gli uffici virtuali potrebbero essere stati soltanto una bolla

Zoom crolla in borsa, mostrando uno scarso interesse degli investitori per gli uffici virtuali.

Dopo la bolla della pandemia, che ha visto crescere a dismisura questo tipo di applicazioni, il ritorno a una vita più o meno normale, sta facendo crollare i progetti che più si sono concentrati sul telelavoro e sulle riunioni online.

I titoli perdono il 12,18%, proprio a causa dello scarso interesse verso le conferenze in rete. Nel frattempo, crescono i rivali ed eseguire chiamate di gruppo sta diventando sempre più facile con tantissime applicazioni.

Nonostante il crollo, Zoom continua ad avere una base di ricavi impressionante, e niente vieta che possa crescere nei prossimi mesi.

A quanto pare però, la tendenza di oggi sembra aver abbandonato il mondo del lavoro virtuale indirizzandosi verso metaversi e realtà più giocose.

Il lavoro da remoto infatti, spesso non necessita di particolari riunioni online, e le cose possono essere gestite anche senza strumenti dedicati.

Questa inversione di rotta, arriva come una battuta di arresto a una crescita impetuosa che abbiamo visto negli ultimi due anni.

Crescita, basata principalmente sulla pandemia, che ha portato tecnologie, ancora di scarso interesse, a diventare il cuore della socialità e del lavoro.

Basti pensare a quanto siano cresciute tutte le piattaforme digitali e in generale i servizi dei colossi del mondo tech.

Zoom, si trova così in una fase di difficoltà, con tanti rivali e, alla fine dei conti, non molto da offrire.

Staremo a vedere se, magari rinnovandosi un po’, la piattaforma tornerà a crescere anche in borsa.

Al momento però la fiducia del mercato è molto bassa, verso quella che viene vista come una tecnologia ormai obsoleta.

Il virtuale sarà sempre più presente nelle nostre vite, la sensazione è che lo sarà però in forme più giocose e meno nella formalità che abbiamo visto con piattaforme come Zoom.

 

Leggi anche

Ransomware

Gli attacchi Ransomware tornano a colpire

Dopo l’incubo di Wannacry, che infettò migliaia di computer nel nostro paese, i ransomware tornano …

Lascia un commento