Home / Internet / Fotolibro: come comporne uno e riceverlo a casa
Ricevere un fotolibro

Fotolibro: come comporne uno e riceverlo a casa

L’idea di dare vita a un fotolibro è sempre più alla portata di tutti, grazie anche alle ampie possibilità disponibili in rete. Un fotolibro altro non è che una raccolta fotografica, come i vecchi album fotografici, che viene però stampata direttamente sulle pagine del volume. Oggi questo tipo di prodotto può essere personalizzato al massimo, in modo da riuscire a creare minuscoli fotolibri, da utilizzare ad esempio come bomboniere, o ampi volumi panoramici, per i ricordi delle vacanze.

Da dove partire
Il primo passo per creare un fotolibro riguarda la scelta del tema, che è ovviamente del tutto personale. Decidere un argomento generale, o più specifico, ci consente di riuscire a precisare in modo più chiaro quali saranno le fotografie da inserire nel nostro nuovo volume. Questo inoltre ci consentirà di avere chiare in mente altre caratteristiche del fotolibro, come ad esempio le dimensioni, il tipo di carta, la necessità di preparare una copertina particolare, il numero di pagine. Una volta chiarito il tema, che può essere un singolo evento o un soggetto più ampio, conviene scegliere il sito che ci permetta di dare vita al nostro fotolibro. Un buon metro di scelta consente nell’andare alla ricerca di un sito che non offra solo la  stampa del volume, ma anche dei software adatti a dargli forma e a rifinirlo, come ad esempio avviene su cewe.it. In questo modo avremo a disposizione dei software totalmente gratuiti per la composizione del fotolibro, ma anche per la modifica delle fotografie da inserirvi.

La scelta delle fotografie
Ovviamente se vogliamo inserire una foto in un fotolibro essa dovrà avere delle caratteristiche interessanti. Tutti quando ritraiamo una persona, un luogo o un momento della nostra vita creiamo fotografie di ogni tipo, alcune belle e piacevoli, altre molto meno interessanti. Chiaramente nel fotolibro inseriremo solo i fotogrammi che abbiamo qualcosa di particolare: quelli meglio riusciti, oppure quelli più spiritosi o attraenti per qualsivoglia motivo. Grazie ai software di fotoritocco possiamo anche migliorare notevolmente alcuni dei nostri fotogrammi, ad esempio migliorando la luminosità e il contrasto, oppure andando ad agire anche sulla messa a fuoco o sulle inquadrature. La cosa più semplice da fare consiste nel ritagliare l’immagine, cercando di centrare meglio il soggetto; alcuni software però ci consentono anche di togliere alcuni oggetti dall’immagine, ad esempio il classico turista che passa davanti alla fotocamera proprio mentre stiamo per scattare la fotografia del secolo.

Il fotolibro
Abbiamo scelto le foto e il tipo di fotolibro da predisporre. A questo punto no ci resta altro da fare che inserire le immagini nelle pagine. Anche questa operazione va fatta con una certa attenzione, scegliendo un andamento temporale o di altro genere, a seconda del tema del fotolibro. Potremo anche decidere di mettere una nostra foto in copertina, o di posizionarne alcune a riempire due pagine vicine. Fatto questo potremo passare alla stampa. I siti che propongono la possibilità di preparare dei fotolibri di solito sono in grado di produrre stampe di alta qualità, fatte per durare nel tempo.

Leggi anche

smartphone saturazione crisi

Negli USA il mercato smartphone si avvicina alla saturazione

Prima o poi doveva accadere, ed ecco che il mercato smartphone sembra arrivato alla totale …

Lascia un commento