Home / Internet / Disney+ insegue Netflix, ma la strada è ancora lunga

Disney+ insegue Netflix, ma la strada è ancora lunga

Disney+ tocca a quota di 54,5 milioni di abbonati, crescendo così di 4,5 milioni rispetto agli inizia di aprile.

Una crescita poderosa, che corrisponde anche la periodo di lockdown mondiale. Momento che sta spingendo sempre più persone ad utilizzare i servizi di streaming online.

Un successo quello di Disney che continua ad inseguire l’avversaria Netflix ancora molto lontana.

Disney Plus sta crescendo a dismisura, ma rimane ancora molto distante dalla rivale.

La ragione sta nell’offerta, molto scarsa dal lato Disney che sembra aver scelto di concentrarsi su una manciata di serie, numeri ridotti assieme a una qualità abbastanza discutibile.

Disney Plus sembra infatti un vero e proprio Disney Channel in versione streaming, dal quale si salvano alcune serie, a patto di essere fan di Star Wars o di Marvel.

La strada da fare è ancora lunga, ed è possibile che Disney si fermi al suo target, senza tentare di conquistare un pubblico più adulto, o comunque di produrre qualcosa che vada oltre il mero intrattenimento.

Problematica condivisa anche da Netflix, che può almeno vantare acquisizioni interessanti tra i vecchi film e produzioni originali, alcune delle quali piuttosto valide.

Il futuro dello streaming dovrà fare i conti con la qualità, elemento che, miliardi o meno investiti, sembra mancare diventando la vera debolezza del mondo di intrattenimento che le grandi compagnie stanno cercando di creare.

Siamo lontani anni luce dalle serie storiche del passato, e dalla qualità di produzioni come quelle di HBO e di altri attori del settore.

La sensazione è quella che si punti molto alla quantità, senza badare a un pubblico che potrebbe stancarsi di vedere prodotti insignificanti che si dimenticano non appena superato l’episodio finale.

Staremo a vedere in che modo Netflix e le altre cercheranno di alzare l’asticella della qualità, se mai lo faranno.

Per il momento sembra che le nuove produzioni, tranne rari casi, siano abbastanza scadenti, su tutti i fronti.

 

Leggi anche

Un gennaio caldo per Netflix

Netflix si prepara ad affrontare un 2020 caldissimo. La piattaforma di streaming dovrà vedersela con …

Lascia un commento