Home / Curiosità / Google Flight prevede il futuro e ti informa quando un aereo arriverà in ritardo!

Google Flight prevede il futuro e ti informa quando un aereo arriverà in ritardo!

Se stai pianificando e progettando il tuo viaggio per le prossime vacanze, non puoi non avere l’app di Google Flights. L’app di Google è in grado di organizzare al meglio il tuo viaggio aiutandoti a prenotare il volo e altro.

Ecco i motivi per cui scegliere Google Flights:

  • Velocità. È estremamente veloce! Vi basterà inserire le date in cui volete partire, inserire la città di arrivo e la partenza, e Google Flights troverà subito il prezzo del biglietto. Se vorrai vedere quanto costerebbe in più o in meno, il giorno dopo o prima della data scelta, ti basterà cliccare sulle freccette a destra e sinistra.
  • Ti aiuta a trovare l’offerta migliore. Quando Google Flights ti mostrerà i voli disponibili, uno di essi potrebbe essere in verde: quello significa che il prezzo che Google ha ritenuto più vantaggioso durante la ricerca. È un modo semplice e facile, ma soprattutto utile per ridurre il lavoro.
  • Ti aiuta a scegliere la meta gusta per te! Se tu hai già deciso di andare in America ma non sai bene quale stato scegliere, o quale città, ti basterà usare il pulsante “scopri destinazioni” che ti apparirà subito la mappa con tutti i relativi prezzi, potendo organizzare al meglio la tua scelta.
  • Ti informa se un aereo è in ritardo. Google è in grado di fornire tutti i voli che sono in ritardo, ed è anche in grado di predire i futuri ritardi! Tutto questo funziona grazie allo storico degli status dei voli che Google definisce molto utili per predire nuovi ritardi. I ritardi verranno segnalati sono se c’è una buona probabilità, almeno 80% che avvenga.
  • Ti dice se è il momento giusto per prenotare o meno. Google Flights è anche in grado di analizzare anche lo storico dei prezzi, informandoti così se è il momento per prenotare o di aspettare ancora un po’ .

Leggi anche

nuova nintendo switch oled

Nuova Nintendo Switch nel 2019?

Una voce di corridoio sta imperversando nella rete, e addirittura è passata dal Wall Street …

Lascia un commento